Crea sito

Eventi on line


LA PATTUGLIA: edizione riveduta e corretta del mio primo racconto di fantascienza.

Ho gli occhi aperti già da un po’.
Giro la testa per guardare il suo profilo. Distesa, a pancia in giù, i lunghi capelli a farle da lenzuolo, sotto al quale riesco comunque ad intravedere il profilo della sua muscolatura, appena accennata, ma ugualmente forte da riuscire ad atterrarmi e costringermi gioiosamente sotto di lei ieri sera. Il sonno dopo la passione è stato lieve ma riposante. Qualcosa da ricordare e ripetere il prima possibile, se e quando sarà possibile.
E’ ancora presto, il sole ancora non è spuntato ma è già ora di andare.
Esco piano dalle lenzuola che odorano ancora di noi e mi invitano a risvegliarla, ma il senso del dovere è forte si, da costringermi a desistere dal delizioso proposito di ripetere i giochi fatti fino a poche ore prima. Raccolti i pantaloni e la camicia mi avvio sulla stanza sul retro.
Li indosso prima di scavalcare la finestra che da sulla piattaforma rocciosa, messa li, quasi apposta dalla natura a formare una stretta balconata ricoperta d’erba e fiori. Scosto appena la copertura mimetizzante, giusto per poterci passare. Per un attimo, volgo lo sguardo sulla vallata in basso dove scorre il fiume circondato da un ampia macchia di alberi. Ma non posso dilungarmi.
Mi arrampico veloce sulle radici dell’albero che mi fa da scala e supero la corta distanza che mi separa dal mio alloggio.
Mi reintroduco furtivamente, dalla finestra che ho lasciato aperta ieri sera e mi ritrovo nella piccola cucina.
Mentre mi lavo, la mia mente percorre i passi che già sono stati programmati da 3 giorni.
Uscire, andare al piazzale, attendere il ritorno della pattuglia col suo prezioso carico, ma soprattutto di coraggiosi compagni. Poi, quasi a ritmo di corsa, cominciare il lavoro di selezione e smembramento delle prede. Non oso pensare ad un loro fallimento. Troppo gravi le conseguenze per la causa, la comunità e soprattutto per me. Indosso dei vestiti puliti e prendo un camice dall’armadio mentre la teiera fischia una rumorosa, ma gradita sveglia mattutina.
E’ ancora presto, l’arrivo della pattuglia non è previsto prima di metà mattinata, anche se, più realisticamente arriveranno quando il sole sarà alto. Esco sulla balconata a sorseggiare il tè ed osservare, puntuale, la sfilata del cambio della guardia del posto di osservazione in fondo al sentiero. Gli uomini e le donne del turno smontante, camminano con passo lento, stanco, dopo una notte insonne a vegliare sulla nostra sicurezza. Passando davanti a me, salutano, con un sorriso carico di fiducia nei miei confronti. Anche loro aspettano il ritorno della pattuglia. Il sole che comincia ad alzarsi in cielo ed il te, oramai freddo, mi convincono ad avviarmi.
Prendo la sacca con il camice ed un opportuno ricambio e mi avvio per il sentiero, in direzione del piazzale dove aspetterò il ritorno della pattuglia. Lungo il breve tragitto verso la mia destinazione, ascolto il lento aumentare del volume dei rumori del bosco.Le case, ben mimetizzate, mi risultano invisibili anche a corta distanza. Abbiamo fatto un buon lavoro in questi anni.
Arrivo al limitare dell’ampia radura che chiamiamo piazzale. Aguzzo la vista cercando la mia squadra, so che sono qui intorno, ma sono bravi, difficilmente li potrò individuare se loro non vogliono. Indosso ho anche io un mantello mimetizzante, ma so che loro mi hanno già individuato.
Costeggio il sentiero alla mia sinistra, qui sono completamente invisibile dall’esterno, fino al suo termine accanto al portale.
Il portale, l’ingresso da cui entrerà la pattuglia e noi con lei. Ora si sono resi visibili, anche la guardia lo è, ma è solo un attimo, giusto per sapere che ci siamo tutti, che tutti attendiamo il ritorno della pattuglia.
l tempo passa lentamente, il sole percorre lento il suo cammino lungo l’arco che lo porterà allo zenit. Dentro di me comincia a montare un senso di inquietudine che non capisco, una preoccupazione che non dovrei avere, una paura che non mi è nuova ed al tempo stesso sconosciuta.
La pattuglia è in ritardo.
Qualcuno mi porge una borraccia, il caldo comincia a farsi sentire, segno dell’avanzare della mattina e della preoccupazione mia e di tutti.
All’improvviso un gesto della guardia ci mette in agitazione, con trepidazione aspettiamo l’esito della comunicazione che sta ricevendo.
Ma non c’è bisogno che me lo dica.
Da dietro una bassa collinetta, si intravede svoltare un silenzioso mezzo. La pattuglia ritorna.
E con essa mio marito.

Orazio Amante.

Read More

E proprio questa la strada percorsa dagli amici della pagina facebook di Generazione poker.
Nata come Home Games su PokerStars, strutturatosi come comunità pokeristica su facebook, ora ha appena spiccato il volo come poker room.
La settimana scorsa, è stata data comunicazione, sulla pagina Facebook della community, della messa on line della poker room, il cui nome è gpokerroom.it
La nuova room, girerà sul famoso e frequentato network people’s poker. MA come è nato il gruppo Generazione poker? Saranno gli stessi protagonisti a raccontarcelo.Come abbiamo fondato il gruppo? Ve lo racconto cosi come ho vissuto io questo “parto”.
Aprile 2012 ,leggo un post nel quale una squadra della Community Battle cerca giocatori.
Il capitano era un certo Mirko Pedna , mentre il team si chiamava e si chiama: Generazione Poker.
Ero grandemente entusiasta di essere entrato in un gruppo, anche se giocavo solamente holdem e un po di omaha H/L, i ragazzi mi accolsero alla grande.

All’epoca comunicavamo per post sul forum di intellipoker, non proprio il massimo, come potete immaginare,piuttosto scomodo e lento comunicare tramite forum. FU allora che Mirko creò una pagina su facebook. Un gruppo chiuso solo per i componenti della squadra, con una comunicazione più veloce e sicuramente più efficace. Piano piano cresceva la conoscenza tra me e Mirko e Danilo Gemelli “pickwick” , non so il motivo ,sicuramente per un fattore di empatia e per una esigenza di comunicare e condividere i propri risultati e punti di vista sul poker e la vita’. Probabilmente anche perché avendo skype , passavo le serate a parlare con Mirko o anche solamente, stando zitti , ma tenendoci compagnia , mentre ognuno giocava i suoi tornei . Ci sentivamo quasi tutte le sere , e frequentavamo insieme il gruppo intellilive , giocando anche quei tornei e commentando la diretta. Poi parlando con Mirko, siccome notai e feci notare, che si, eravamo una squadra, ma non ci conoscevamo bene pokeristicamente, allora abbiamo deciso di aprire un gruppo homegames. All’inizio solo per allenarci tra di noi, come gruppo. Allo stesso tempo, parallelamente, nasceva anche una amicizia tra me è Mirko, consolidata dalla comune passione. Fino a che, finita la nostra prima CB insieme, non proprio in maniera memorabile come risultato, ma arricchiti di una grande dote, una nuova amicizia e la stessa comunione di intenti. Finalmente sono riuscito a far’ incendiare anche Mirko del mio stesso entusiasmo, cosi’ decidemmo di aprire il famoso gruppo GENERAZIONE POKER. Le idee ci venivano fuori una dopo l’altra a ripetizione, cosi’, il 17 maggio 2012, nasceva il gruppo, ufficializzato su Pokerstars il 18 dello stesso mese. Poi ci dividemmo i compiti, io lavoravo al reclutamento di nuovi membri e Mirko comincio a lavorare sul sito di generazione poker, poi insieme, curavamo le pubbliche relazioni. Fu stilato il regolamento, inizialmente molto semplice, simile a quello di altri gruppi, basato sul rispetto e la correttezza. Dopo neanche un mese che ci servi x fare rodaggio , farci conoscere e organizzare qualche mtt. Arrivò il momento del primo torneo ufficiale, l’evento di inaugurazione del gruppo. Mirko che lavorava in gran segreto, mi comunico’ che avremmo fatto la diretta, io non ci potevo credere, eravamo molto contenti filava tutto liscio, la nostra idea iniziale, era quella di un gruppo in cui, ognuno, era amministratore di se stesso, dove il buon senso e il rispetto la fanno da padrone. Alla fine dei conti il gruppo, non è chi lo ha fondato, ma chi lo vive, cioè i membri, i giocatori ed uno può’ sentirsi appagato quando vede che va tutto bene senza dover intervenire, perché segue il suo corso. Però come in tutte le società, ci sono delle regole , che non sempre tutti condividono, e quello credetemi è il lavoro, se cosi’ si può’ chiamare più’ brutto. Il gruppo è sinonimo di passione comune e condivisione confronto, crescita individuale, questa è la nostra utopia , il nostro modello di gruppo. Gruppo che, piano piano è cresciuto ed ha scelto Imran89 come primo collaboratore. Ragazzo solare, sempre presente, ottimo giocatore, ma sopratutto, ottima persona che oggi è diventato un’ amico entrando a far parte di un trio che c’è fin dall’inizio. Io ho conosciuto tanti bravissimi ragazzi grazie ai gruppi, in generale ed alla passione per il poker che ci accomuna. Questo trio, che si è formato sin dall’inizio, è proprio il numero perfetto, ognuno con le sue qualità’ e difetti, ma che si completa. Oggi considero Imran un amico un fratellino, una bravissima persona cosi’ come Mirko, e tutti e tre teniamo moltissimo alla nostra, alla sua armonia e al suo successo. Ognuno, a modo suo, ha contribuito a migliorare e consolidare GP, cosi’ come fanno tutti i ragazzi che partecipano alla vita di gruppo e ai tornei. Il confronto e l’amicizia, essere felici per chi ottiene un buon risultato, è lo spirito che c’è nel gruppo. Da poco abbiamo fatto il 1° raduno a Verona, dopo neanche 6 mesi, di vita, abbiamo creato un logo bellissimo e semplice, magliette felpe , e mirko ha deciso anche di investire tempo e soldi, nel creare un team live e on line, che gli possa portare risultati e visibilità’ al gruppo , ma questo ve lo racconterà lui….. Il gruppo sta crescendo sia sotto il profilo dei numeri che sotto il profilo dell’identità ci stiamo imparando a conoscere tutti meglio, ma non abbiamo ancora festeggiato un anno di vita. spero di non aver annoiato nessuno , ci tengo a ringraziare tutti indistintamente , perché il nostro motto è Generazione poker siete voi , e state collegati , che , abbiamo appena iniziato a divertirci !!!!

Roberto Bradaschia” robbix72 “ Fine prima parte..

Continua il nostro racconto su come è nata la nuova room, gpokerroom.it. Ad illustrare il proseguo di quest’avventura, sarà lo stesso fondatore, nonché, rappresentante Legale Generazione Poker, Pedna Mirko Antonio

Generazione Poker, nasce nella Home Game della più famosa poker room (PS), con l’intento di dare una novità, infatti, ci siamo distinti dalle altre Home Games, perché offrivamo oltre ai soliti premi in denaro, gadget diversi, tipo bottiglie di vino, pasta, profumi. Ed era già mio, l’intento di aprire una skin, una poker room, o appoggiarmi ad una concessionaria. Dopo un anno e mezzo su PS, finalmente abbiamo trovato spazio grazie a Bbet e grazie al circuito Peoples. Perché proprio peoples? Perché crediamo sia il circuito più famoso dopo pokerstars, e dove, a parere nostro, si trovano delle ottime promozioni e tornei. Abbiamo 2 eccezionali moderatori, (nonché bravi players), nelle figure di Imran Aljia, Roberto Bradaschia. Ora siamo GpPokerrom, ma il nostro motto rimane il seguente: play fun with GP! Ci trovate su facebook come Generazione Poker – Poker room on line! Il primo torneo di benvenuto, avrà luogo, il primo settembre, con soli 2€ di buy in, mettiamo in palio, 50 euro di ricarica oltre al montepremi generato, credo sia una buona opportunità! Stiamo anche valutando una promo per i nuovi nostri fans/player, dove avranno una percentuale di rake indietro.La nostra, può anche essere un opportunità lavorativa, on line troverete il modulo per poter lavorare con noi! Abbiamo un team di semplici player, ma già sulla buona strada, dove qualcuno, si è già distinto ottimamente, avendo vinto 22 mila euro al SS di PS! Generazione Poker, vuol far nascere nuovi pro, non accalappiarsi pro già affermati, anche se le nostre porte non saranno chiuse per nessuno. Inoltre saremo in 3 al Re Mida al casino perla, torneo sponsorizzato proprio da Bbet, dove presenteremo il progetto. E giocheremo a partire dal day2 , tutti e 3! E… GL!

http://www.gpokerroom.it

Pedna Mirko Antonio Rappresentante Legale Generazione Poker.


Read More

summer event5

Causa sopraggiunti problemi Tecnici, indipendenti dalla volontà dell’organizzazione, l’evento è stato spostato al giorno 08/08/2013
Ma, la creatività degli organizzatori, ha approfittato di questo piccolo inconveniente per arricchire, le nostre motivazioni a partecipare.
Ed ecco che, ai premi già esistenti si aggiungono SOLO al primo classificato un premio a scelta tra:
• Carte Kem Arrow – Black & Gold Jumbo index

• Key hold’dem manager “Small Stakes Version”

• Negreanu – Power Hold’em Strategy (italiano)

• Poker Mindset – Italiano

• Heads up No Limit – Italiano

• Harrington – Online Cash game – Italiano

Qualora venga superata la cifra di 300€, corrispondente al valore del montepremi garantito, il resto del montepremi verrà distribuito sotto forma di premi € agli altri partecipanti al torneo secondo le % ITM di BetPro.

Info Torneo:

1. Buy in – 10;

2. Stack – 3.000;

3. Rounds – 12 minuti;

4. Re-entry/Addon – NO;

*Per aver diritto al premio aggiuntivo del primo classificato è NECESSARIO far parte del “Parliamo di Poker Network”
Ulteriori info le troverai qui
Buon divertimento! 🙂

Read More

Causa sopraggiunti problemi Tecnici, indipendenti dalla volontà dell’organizzazione, l’evento è stato spostato al giorno 08/08/2013

Arrostiti dalla tintarella?
Stremati dalle lunghe code in autostrada?
Rinfresca la tua mente con il “SUMMER EVENT” by parliamo di poker.
Rallegra la tua serata con un evento divertente e con ricchi premi.
visita la pagina facebook di parliamo di poker per avere tutte le info sull’evento.

Read More


Continua il nostro racconto su come è nata la nuova room, gpokerroom.it.
Ad illustrare il proseguo di quest’avventura, sarà lo stesso fondatore, nonché, rappresentante Legale Generazione Poker, Pedna Mirko Antonio

Generazione Poker, nasce nella Home Game della più famosa poker room (PS), con l’intento di dare una novità, infatti, ci siamo distinti dalle altre Home Games, perché offrivamo oltre ai soliti premi in denaro, gadget diversi, tipo bottiglie di vino, pasta, profumi.
Ed era già mio, l’intento di aprire una skin, una poker room, o appoggiarmi ad una concessionaria.
Dopo un anno e mezzo su PS, finalmente abbiamo trovato spazio grazie a Bbet e grazie al circuito Peoples.
Perché proprio peoples? Perché crediamo sia il circuito più famoso dopo pokerstars, e dove, a parere nostro, si trovano delle ottime promozioni e tornei.
Abbiamo 2 eccezionali moderatori, (nonché bravi players), nelle figure di Imran Aljia, Roberto Bradaschia.
Ora siamo GpPokerrom, ma il nostro motto rimane il seguente: play fun with GP!
Ci trovate su facebook come Generazione Poker – Poker room on line!
Il primo torneo di benvenuto, avrà luogo, il primo settembre, con soli 2€ di buy in, mettiamo in palio, 50 euro di ricarica oltre al montepremi generato, credo sia una buona opportunità!
Stiamo anche valutando una promo per i nuovi nostri fans/player, dove avranno una percentuale di rake indietro!
La nostra, può anche essere un opportunità lavorativa, on line troverete il modulo per poter lavorare con noi!
Abbiamo un team di semplici player, ma già sulla buona strada, dove qualcuno, si è già distinto ottimamente, avendo vinto 22 mila euro al SS di PS!
Generazione Poker, vuol far nascere nuovi pro, non accalappiarsi pro già affermati, anche se le nostre porte non saranno chiuse per nessuno.
Inoltre saremo in 3 al Re Mida al casino perla, torneo sponsorizzato proprio da Bbet, dove presenteremo il progetto.
E giocheremo a partire dal day2 , tutti e 3! E… GL!

http://www.gpokerroom.it

Pedna Mirko Antonio
Rappresentante Legale Generazione Poker.

Read More