Crea sito

Forum


LA CRISI DEL POKER ONLINE: PROCESSO AI SOFTWARE
Se ne parla da tempo oramai, ma mai come in questi ultimi mesi, la crisi del poker on line è stata cosi conclamata e discussa.
Sui forum, ed in particolare su PokerStrategy, anche in questi caldi mesi estivi, hanno preso piede numerose discussioni legate all’argomento.
Argomento, talmente ampio, da non poter essere trattato con un solo articolo. Quindi, mi limiterò per il momento, a trattare una discussione nata a lato di quelle principali.
Mi riferisco alle accuse mosse ai software di tracking, quei programmi che la moltitudine dei grinder usa per tracciare le proprie mani e quelle degli avversari.
Attenzione, programmi perfettamente legali, programmi accettati da quasi tutte le room e network del .it e dei .com, quindi, non si parla di fantomatici, quanto inesistenti, software per vedere le carte altrui.

Eppure, tra i principali imputati a cui addossare la crisi dell’online, ci sono proprio loro: Holdem Manager e Poker Trakker, in tutte le loro versioni.
Ma perché tanto accanimento sui programmi di tracking?
Ne avevo parlato sin da uno dei primi articoli postati qui, difendendone l’uso, uso che per la mia esperienza, da si un vantaggio, ma solo se questi programmi vengono usati correttamente e comunque è solo un arma in più, un qualcosa che è utile in primis, per migliorare il proprio gioco potendo rivedere le proprie mani in post sessione.
Poi, solo dopo viene il vantaggio sugli avversari, avversari che spesso hanno anche loro un programma simile.
Programma che ha il suo massimo utilizzo solo per chi multitabla.
Il giocatore occasionale, colui che apre un tavolo ogni tanto, giusto per passare il tempo, chiaramente non utilizzerà un programma del genere, ma anche giocatori di un certo livello riescono a fare profitto senza, mi riferisco a regular di un noto network di gioco, dove fino a poco tempo fa i programmi di tracking non erano supportati.

Quindi perché queste accuse ingiustificate?
Perché vengono indicati come tra le maggiori cause della crisi del poker on line?
Avrei da dire molte cose su omini che dopo aver sculato qualche mano abbandonano il tavolo del nl 5 per andare a shottare un livello superiore, dove puntualmente vengono spennati da regular più capaci.
Ma dimenticavo, la colpa è sempre del server 😉

Read More
BENTORNATI SU POKEREXPRESS

BENTORNATI SU POKEREXPRESS


Posted By on Ago 20, 2013

Bentornati su POKEREXPRESS, augurandovi di aver trascorso delle buone vacanze estive.
Riprendiamo oggi a pubblicare dopo una la breve pausa di ferragosto, e lo facciamo aggiornandovi su alcuni temi trattati nel recente passato.

The syndrome of Full Tilt: Il caso Betapoker.it (la Multipla)

Vi avevamo lasciati con le notizie riguardanti le prime reazioni dopo il fallimento della Multipla.
Si era, allora, in attesa che l’AAMS avviasse le procedure per il rimborso dei giocatori.
E sembra che le procedure siano già partite, il che, visto il periodo estivo, ci lascia favorevolmente meravigliati.
E del 7 agosto, un post su un noto forum, dell’utente spaceman. In esso, egli, annunciava di aver ricevuto una mail da parte dell’AAMS.
La mail, era la risposta alle segnalazione fatte dallo stesso utente (ed in seguito anche da altri).
In essa, l’AAMS, chiede che gli siano inviati alcuni dati per adempiere alle procedure di rimborso.
Ecco il testo della mail.

“Grazie per la segnalazione. Vorremo sapere da lei
– il suo nome e cognome
– il suo codice fiscale
– il numero del conto gioco
– l’importo che le deve essere accreditato
– il suo numero del conto corrente completo di iban e cin e inviarlo
al seguente indirizzo di posta elettronica monopoli.giocoadistanzaCHIOCCIOLAaams.it

Distinti saluti.
Enrico Santini
AAMS – GIOCO A DISTANZA”
Nonostante la mail, e la celerità dell’AMMS sia un buon auspicio, ad un felice epilogo del caso, molti sono i dubbi sulla reale solvibilità del concessionario.
Dubbi che non possiamo, purtroppo, smentire.
Ma per sapere qualcosa di più, dovremo pazientare ancora.

Vi sono comunque, altre discussioni nate sui forum in queste calde giornate di agosto.
Discussioni di cui vi terremo informati e resi partecipi nei prossimi giorni.
Non cambiate canale (citazione) ;).

Read More
AKs: GIOCAMOLO STRANO

AKs: GIOCAMOLO STRANO


Posted By on Ago 8, 2013

AKs: GIOCAMOLO STRANO
Tranquilli! Non è mia intenzione tediarvi con tecniche strane o consigli di gioco che non so ne oso dare.
Sin dall’inizio, ho cercato di dare a questo blog un impronta meno tecnica possibile. Scelta che è insita anche nel motto del blog
“L’altro blog sul poker” appunto.
Ma nei giorni scorsi, sul forum di PokerStrategy ha tenuto banco una discussione che ritengo molto interessante.
Partita quasi in sordina, nella sez “Discussioni generali sul poker”, come semplice curiosità, dopo poco tempo, si è talmente animata da meritare il trasferimento nella sezione di analisi delle mani in MTT.
Inizialmente, l’original poster ha forse pensato di stare parlando di una mano giocata in maniera strana, o meglio, a lui è sembrata tale.
Ma da subito, ha invece riscontrato che molti, tra gli utenti specialisti in MTT, gli hanno detto che la giocata è meno strana di quanto possa sembrare.
Ma di che mano si tratta?
Ecco la sommaria descrizione che ne fa l’utente che ha postato la domanda.

forse non ho capito come si gioca a sto giochino
oggi ad un torneo ho beccato un giocatore con un guadagno di 26000circa
era di BB con aks e non ha rilanciato preflop ma si è limitato a checkare dopo che 3 giocatori avevano limpato bui 20/10
a questo punto mi viene da pensare che forse non ho ancora capito come si gioca
evidentemente questo è il giusto modo di giocare
forse ha fatto la mossa giusta e io non riesco a capirla xkè sono un rinco
ma scusate (ipotizziamo che questo sia il modo sbagliato di giocarla preflop) ma come fa uno che gioca in questo modo ad essere così tanto vincente?

Cosi come ho su detto, appare chiara la sorpresa dell’utente, al fatto che, un giocatore vincente, giochi in codesta maniera una mano forte come AKs.
Devo essere sincero.
Anche io rimango spesso stupito di fronte a mosse come questa, ponendomi la stessa domanda.
Ed alla stessa maniera, sono rimasto stupito dalle risposte, che definiscono la giocata non strana ma accettabile se non ev+ nella primissime fasi di un torneo.
Non posso fare a meno di accostare questa discussione ad un mio precedente articolo incentrato, per l’appunto, proprio su una giocata con AK.
Allora, posi la questione su un eventuale scuola “talebbana”, (si con due B, leggete l’articolo in questione per capire perché)
dove per “talebbana” deve intendersi, visione “integralista”.
Ed è proprio in questa discussione che, ad un certo punto avviene lo scontro tra due diverse visoni su come giocare questa mano in determinate situazioni:
da un lato, una corrente, formata da skillatissimi grinder e specialisti di MTT appoggiati da alcuni coach della scuola del forum.
Dall’altra, il forte player Cerberum, a voi oramai noto dopo le PSOS.
Questi, in contrasto con i più che dicono che la mano si può giocare anche cosi, ha insistito sul fatto che, in ogni caso è meglio isolare i limper anche in oop. Di fatto, ponendosi su di una corrente di “conservatorismo” venato da una forte componente di cash gamer.
Personalmente, pur essendo d’accordo, con Cereberum, non posso non dare ragione ha chi ne sa più di me (di lui non so).
Ma proprio Cerberum spiega che: non è tanto importante stabilire chi ha ragione, quanto piuttosto saper motivare il perché!
E voi, AK, lo giocate strano o…….

Read More