Crea sito

Letture express: ANNO ALPHA 2143 (parte 3^)

Posted By on Lug 16, 2013 |


Parte 1^
Parte 2^

Mi sedetti di colpo, non so dire neanche dove. Guardai Marcus e il braccio della donna.

< Siete androidi quindi? >

< Non esattamente. Eravamo umani, come te mia signora. La nostra memoria di una vita precedente cancellata e gli innesti neuronali ci rendono docili e innocui. Ma qualcosa ha rotto Marcus. Non è previsto alcun tipo di emozione destabilizzante, eppure lui ha pianto. Per questo l'ho tenuto nascosto. Ho interrotto un circuito per spegnerlo e renderlo non rintracciabile dall'ispettore >
Si sedette anche lei, poi senza guardarmi aggiunse
< Ed anche io sento che sto cambiando. Non avrei potuto fare nulla di tutto questo secondo il progetto originario. Qualcosa si è rotto. Se lo vengono a sapere, ci porteranno tutti all'inceneritore>

Restammo lì in silenzio non so dire per quanto. Nella mia testa si ripetevano pensieri sparsi: Marcus, amore, sesso, ordine, Alpha, Gamma, cervelli neuronali, il nulla…..
Poi un pensiero assurdo prepotente annientò gli altri. Tentai di scacciarlo, ma non riuscii.
La donna mi guardava come se avesse capito che stavo lottando ed ora attendeva il risultato.
Mi alzai e le andai vicino

< Fammi vedere, alza il braccio! > mi ubbidì < come hai fatto, dimmelo! come hai fatto a togliere la pelle, fammi vedere!! >

Ma lei non me lo fece vedere, o meglio, non lo fece vedere sul suo braccio.

Prese il mio braccio, nonostante il tentativo di sfuggirle, premette in un punto del polso e vidi il mio avambraccio aprirsi.

< Anche tu sei rotta, mia signora. E' finita. >

La sua voce mi arrivò sbiadita, mentre dall’esterno una serie di comandi militari e passi affrettati invasero il silenzio.

Erano venuti a prenderci.

Leggi questo ed altre pubblicazioni di Daniela Di santo su Gattaca IL MONDO SCI-FI IN UN RACCONTO.